Dorso curvo giovanile: cos’è e come si cura

Condividi Questo Articolo

Noto anche come ipercifosi, il dorso curvo (giovanile o in età adulta) consiste nell’accentuazione della curva fisiologica dorsale della colonna vertebrale.

In gran parte dei casi, insorge a causa di una postura sbagliata che può essere corretta facilmente negli adolescenti, in fase di crescita. In altri casi, può essere dovuto ad una problematica nella crescita delle vertebre (osteocondrosi, osteocondrite o morbo di Scheuermann) che non crescono in modo armonico ma si cuneizzano provocando l’incurvamento in avanti e lo schiacciamento anteriore.

Col passare del tempo, se trascurato, il dorso curvo evolve, si aggrava causando uno schiacciamento anteriore delle vertebre per il quale si può rischiare la compromissione delle funzioni respiratorie, cardiovascolari e neurologiche.

Quando è localizzato nella parte bassa della colonna, prende il nome di cifosi dorso-lombare; in età adulta, scatena dolori vertebrali.

Non pensiamo all’età adulta: il ragazzo, l’adolescente deve essere osservato, controllato e curato tempestivamente per evitare che il problema peggiori portando a conseguenze gravi.

Una diagnosi precoce ed un intervento terapeutico adeguato e tempestivo risolveranno il problema.

In età adulta, se vorrà, il ragazzo cresciuto potrà sempre fare un salto dal suo Fisioterapista di fiducia per salutarlo e ringraziarlo.

Dorso curvo giovanile e cifosi posturale

Il termine ‘cifosi’, che indica la fisiologica concavità anteriore del tratto toracico vertebrale, comunemente viene usato per riferirsi alla cifosi patologica (ipercifosi), ovvero l’eccessiva accentuazione della curvatura, detta anche gobba.

Quando si può considerare eccessiva tale curvatura? Quando l’angolo della cifosi supera i 45°: normalmente, l’angolo misura tra i 20° e i 45°.

E’ denominata cifosi posturale quella risultante da atteggiamenti di cattiva postura che portano ad un allungamento anomalo dei legamenti e dei muscoli a supporto delle vertebre toraciche. La cifosi posturale è tipica dei giovani, degli adolescenti la cui colonna è in fase evolutiva e, quindi, più facilmente modellabile rispetto all’adulto.

Dorso curvo giovanile: le cattive abitudini degli adolescenti

dorso curvo nel bambino

Nell’adolescente, il dorso curvo è una problematica frequente. Questo paramorfismo (alterazione della morfologia del corpo) si manifesta con una deviazione della colonna: il tratto dorsale si flette in avanti modificandone la normale andatura. Se trascurato potrebbe trasformarsi in dismorfismo con alterazioni funzionali gravi.

Il più delle volte, un’alterata postura porta all’aumento della cifosi toracica, non rigida ma che si può ridurre e raddrizzare attraverso la terapia fisica e riabilitativa. Una condizione reversibile, trattabile con un’adeguata fisioterapia e rieducazione posturale.

Le cattive abitudini degli adolescenti sono queste:

  • Errata postura sui banchi scolastici o a casa davanti al PC. In particolare, appoggiarsi con la sezione toracica della colonna allo schienale della sedia;
  • Stare in piedi con le braccia penzoloni (postura cadente);
  • Zaino eccessivamente pesante;
  • Atteggiamenti psicologici di ‘chiusura su se stessi’ che si somatizzano con atteggiamenti posturali sbagliati;
  • Utilizzo eccessivo di dispositivi tecnologici (smartphone, tablet, notebook) che costringe a stare per ore chinati assumendo una curvatura innaturale in avanti delle spalle e della parte superiore del tronco;
  • Scarsa attività fisica e sportiva.

Le cause dell’ipercifosi possono essere anche altre:

  • Osteocondrosi (malattia di Scheuermann), un problema di crescita delle vertebre che insorge intorno ai 14 anni, caratterizzata da schiacciamento di 3 o più vertebre;
  • Muscolatura debole;
  • Deformità congenite;
  • Statura alta;
  • Costituzione gracile.

Sintomi e complicanze

Esistono casi di ipercifosi asintomatica e casi che presentano i seguenti sintomi, a seconda del grado di gravità:

  • Dolore vertebrale intenso;
  • Mal di schiena che si sviluppa gradualmente;
  • Tendenza all’affaticamento per lo stress cui sono sottoposti muscoli e legamenti della schiena;
  • Sensazione di rigidità alla colonna;
  • Debolezza muscolare.

L’ipercifosi avanzata e grave può portare a complicanze:

  • Dolore persistente nonostante l’assunzione di antidolorifici;
  • Intorpidimento di braccia e gambe per problemi di equilibrio;
  • Difficoltà a respirare;
  • Disturbi al sistema nervoso.

Dorso curvo giovanile o atteggiamento cifotico?

Durante la visita, lo specialista valuterà se si tratta di dorso curvo vero e proprio oppure di un atteggiamento cifotico dovuto a un difetto posturale.

Per scoprirlo, farà eseguire al giovane paziente un’estensione per tentare di raddrizzare la colonna vertebrale verso l’alto. Se la colonna dorsale rimane rigida e non si rettilineizza del tutto si tratta di dorso curvo (patologia); se, invece si raddrizza è un semplice atteggiamento cifotico (deficit posturale).

Come la scoliosi, il dorso curvo insorge e si aggrava soprattutto nell’età evolutiva, nel periodo dello sviluppo (10-13 anni per le femmine, 12-15 anni per i maschi) fino al completamento della maturazione ossea (1-2 anni dopo la crescita in statura completata). In 8 casi su 10, si aggrava nei maschi.

Diagnosi medica e valutazione fisioterapica

ipercifosi dorsale giovanile

Durante la visita, il medico ortopedico osserverà con cura il paziente ed eseguirà dei test. Effettuerà accurate misurazioni: lo specialista misura sempre le radiografie in presenza di ipercifosi.

Le indagini strumentali necessarie sono:

  • Radiografia per determinare il grado di curvatura e valutare le deformità delle vertebre;
  • TAC per osservare la cifosi in varie angolazioni;
  • Risonanza Magnetica Nucleare per escludere altre patologie (infezioni o tumori);
  • Test sui nervi in caso di debolezza muscolare o intorpidimento;
  • Test della funzionalità polmonare, nei casi più gravi, per verificare se il disturbo incide sulla respirazione.

Oltre ad esaminare la diagnosi medica, il Fisioterapista qualificato esegue una propria valutazione.

Come curare il dorso curvo giovanile

La terapia varia a seconda della causa responsabile della patologia e del livello di gravità.

Inizialmente, in presenza di ipercifosi fino a 45-50°, si interviene con la rieducazione motoria e posturale.

In presenza di dolore, il medico prescriverà farmaci antidolorifici per un breve periodo.

Per un angolo di cifosi fino a 60°, il ragazzo dovrà indossare un busto ortopedico, oltre i 65° un gesso seguito da un corsetto.

Se l’angolo supera i 75-80° di Cobb, per ridurre il grado di curvatura lo specialista valuterà l’intervento chirurgico che, solitamente, è la fusione spinale: consiste nella fissazione permanente di 2 o più vertebre tra loro.

Effettuare la diagnosi precoce ed una terapia tempestiva e adeguata può scongiurare il rischio dell’intervento.

Dorso curvo giovanile: come risolve la Fisioterapia mirata

In caso di ipercifosi giovanile, Fisioterapia e Riabilitazione non rappresentano soltanto la terapia d’elezione ma l’unica soluzione per risolvere definitivamente il problema sia a livello funzionale che estetico.

L’efficacia del trattamento è legato a due fattori principali: la tempestività d’intervento (grazie ad una diagnosi precoce) e la costanza del giovane paziente nell’esecuzione della terapia secondo le indicazioni del Fisioterapista.

Per ridurre eventuali dolori e contrastare la curvatura, il percorso fisioterapico consiste in un’educazione mirata al riequilibrio posturale che prevede:

  • Ginnastica Correttiva – Posturale
  • Rieducazione Posturale Metodo Mezieres;
  • Esercizi terapeutici quotidiani graduali e costanti finalizzati al rinforzo selettivo dei muscoli deboli (addominali e dorsali), all’allungamento dei muscoli accorciati (responsabili della curvatura) e alla flessibilità della colonna vertebrale;
  • Esercizi respiratori che intervengono sulla meccanica della gabbia toracica interessata dalla ipercifosi;
  • Rieducazione Posturale Globale con metodo Mezieres.
author avatar
Carmelo Garofalo Fisioterapista e Chinesiologo
Carmelo Garofalo Fisioterapista e Chinesiologo.Laureato in Fisioterapia e in Scienze Motorie, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Catania, ha conseguito il Master di I Livello in Neuroriabilitazione presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. #

altri articoli

Dorso curvo giovanile: cos’è e come si cura

Noto anche come ipercifosi, il dorso curvo (giovanile o in età adulta) consiste nell’accentuazione della curva fisiologica dorsale della colonna vertebrale. In gran parte dei casi, insorge a causa

Fissa adesso una consulenza e scopri cosa possiamo fare per te

Fisioterapia Adrano, Fisioterapia Biancavilla, Fisioterapista Biancavilla, Riabilitazione Adrano, Riabilitazione Biancavilla, Carmelo Garofalo, Prof Garofalo.
Apri Chat
1
Serve aiuto?
Ciao!
Come possiamo aiutarti?